Percorsi

Archesòn-ValVecia-Mure-Camparona ℗04

Questo percorso di circa 14 km. inizia a Cima della Mandria (Monte Archesòn), attraversa le Meatte nel versante sud per poi salire in Malga ValVecia; scende quindi per la valle delle Mure fino a Camparona, risalendo poi verso Bocca della Forca per ritornare al punto di partenza.

Coeff. difficoltà 45 Distanza km. 14,37 Forma Tempo Vel.media
Quota iniziale mt. 1.428 Quota finale mt. 1.428 Pro 2h 40′ 5,41 km/h
Quota minima mt. 1.206 Quota massima mt. 1.534 Ottima 3h 34′ 4,05 km/h
Salita complessiva mt. 510 Discesa complessiva mt. 510 Buona 4h 28′ 3,24 km/h
Altimetria Caratteristiche dei settori Tempi Media 5h 23′ 2,69 km/h
Descrizione dettagliata del percorso Bassa 6h 15′ 2,32 km/h

Visita la mia pagina su komoot.de per il download del percorso in formato GPX scegliendo la voce: “Export to GPS device”.

04-Archesòn-ValVecia-Mure-Camparona-mappa

04-Archesòn-ValVecia-Mure-Camparona-altimetria

 

Caratteristiche dei settori:

Settore Distanza km. Pendenza media Quota iniziale mt. Quota finale mt. Quota min. mt. Quota max mt. Salita
mt.
Discesa
mt.
Note
A ➊ 3,100 2,2% 1.428 1.361 1.340 1.467 91 160
➊ ➋ 0,498 7,4% 1.361 1.398 1.361 1.398 37 0
➋ ➌ 0,653 18,4% 1.398 1.518 1.398 1.518 118 0 Pendenza max. 28%
➌ ➍ 0,867 7,6% 1.518 1.452 1.452 1.534 16 82
➍ ➎ 0,705 9,9% 1.452 1.382 1.382 1.452 70
➎ ➏ 1,510 5,0% 1.382 1.307 1.307 1.382 75
➏ ➐ 3,180 3,0% 1.307 1.212 1.206 1.307 24 121
➐ ➑ 3,000 6,1% 1.212 1.395 1.212 1.395 180 0
➑ B 0,858 4,9% 1.395 1.428 1.395 1.439 44 2
14,37 1.428 1.428 1.206 1.534 510 510


Tempi di percorrenza Forma: Pro Forma: Ottima Forma: Buona Forma: Media Forma: Bassa
Settore Distanza km. Pendenza media Durata h.m.s Velocità media Durata h.m.s Velocità media Durata h.m.s Velocità media Durata h.m.s Velocità media Durata h.m.s Velocità media
A ➊ 3,100 2,2% 0.34.36 5,38 0.46.08 4,04 0.57.40 3,23 1.09.29 2,68 1.20.47 2,30
➊ ➋ 0,498 7,4% 0.05.48 5,15 0.07.44 3,86 0.09.40 3,09 0.11.39 2,56 0.13.33 2,21
➋ ➌ 0,653 18,4% 0.11.37 3,37 0.15.29 2,53 0.19.22 2,02 0.23.20 1,68 0.27.07 1,44
➌ ➍ 0,867 7,6% 0.09.59 5,21 0.13.19 3,91 0.16.38 3,13 0.20.03 2,59 0.23.19 2,23
➍ ➎ 0,705 9,9% 0.07.44 5,47 0.10.19 4,10 0.12.53 3,28 0.15.32 2,72 0.18.03 2,34
➎ ➏ 1,510 5,0% 0.15.08 6,00 0.20.11 4,50 0.25.13 3,60 0.30.23 2,99 0.35.20 2,57
➏ ➐ 3,180 3,0% 0.31.51 5,98 0.42.28 4,49 0.53.05 3,59 1.03.57 2,98 1.14.22 2,56
➐ ➑ 3,000 6,1% 0.33.15 5,41 0.44.20 4,06 0.55.25 3,25 1.06.46 2,69 1.17.38 2,32
➑ B 0,858 4,9% 0.11.01 4,67 0.14.41 3,50 0.18.22 2,80 0.22.07 2,33 0.25.43 2,00
14,37 2.40 5,41 3.34 4,05 4.28 3,24 5.23 2,69 6.15 2,32

 

Descrizione dettagliata del percorso:

Dal piccolo parcheggio dell’Archesòn ci inoltriamo nel sentiero 152 e attraversiamo le Meatte sul versante sud, fino ad arrivare al punto ➊ in località Pian dea Bala dove imbocchiamo la provinciale 141 in direzione del Monte Grappa per circa 500 mt. fino ad arrivare all’imbocco, sulla destra al punto ➋, del sentiero 151 (continuazione di quello che sale da S.Liberale). Qui inizia l’unica vera salita di tutto questo percorso: 650 mt. con una pendenza media di quasi il 20%. Una volta arrivati alla malga Val Vecia, punto ➌, scendiamo a destra per la strada che porta alla vecchia casera Val de Mellin, punto ➍, per proseguire fino ad incontarre nuovamente la provinciale, al punto ➎. Percorriamo la strada asfaltata in direzione est fino ad arrivare al punto ➏, malga Mure, dove abbandoniamo la provinciale e proseguiamo a sinistra per il sentiero che ci porta al punto ➐, bivio per la malga Camparona. Continuamo sulla destra in leggera salita incontrando malga Paradiso per poi arrivare a Bocca dea Forca, punto ➑, dove imbocchiamo il sentiero che sulla dorsale della montagna porta fino al sacello di Cima della Mandria per poi scendee, infine, al punto di arrivo.

 

La mia raccomandazione, specialmente quando si affronta per la prima volta un percorso sconosciuto, è quella di munirsi di un adeguato supporto GPS (uno smartphone lo abbiamo tutti, e le app sono gratis) perché in montagna è facile perdere l’orientamento, magari a causa di un improvviso banco di nebbia. In caso di emergenza, inoltre, è più facile comunicare la nostra posizione ad eventuali soccorritori.
Per un approfondimento su questo tema visita la pagina GPS.

Visita la mia pagina su komoot.de per il download del percorso in formato GPX scegliendo la voce: “Export to GPS device”..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 4 =